Premio Lucia

Radio Papesse e Lucia Festival, in collaborazione con la Fondazione Archivio Diaristico Nazionale (ADN) presentano la III edizione del PREMIO LUCIA per la produzione audio.

Dal 1984, l’Archivio dei diari di Pieve Santo Stefano, ha raccolto un patrimonio storico e culturale unico nel suo genere, fatto di quasi 10000 tra diari, memorie ed epistolari. Storie private inedite, letteratura involontaria, scritti di gente comune in cui si riflette, in varie forme, la vita di tutti e la storia d’Italia.

Le storie vanno ascoltate, lo diceva sempre Saverio Tutino, fondatore dell’Archivio di Pieve, e anche a Radio Papesse siamo convinte che il racconto audio sia la scelta elettiva per restituire la complessità e il carattere privato di queste piccole grandi storie; e che vi sia in Italia una comunità di producer e artistз talentuosз di cui vogliamo ascoltare più spesso e più forte la voce. 

Il PREMIO LUCIA 2022 lo dedichiamo a diari che parlano di corpi, alle loro identità multiple e mutevoli, ai loro sconfinamenti, sfide e rotture, a quelli che rimangono nelle pieghe della grande storia – come i corpi martoriati e mutilati dalla guerra di cui scrive Giuseppe Salvemini – e a quelli che riescono a riscrivere la propria, come Tania Ferrucci – che con la sua storia di donna nata bambino parla a voce alta di un lungo viaggio di transizione e libertà – Thierno Sadou Sow e Seydi Rodriguez Gutierrez che si sono spinti oltre mari e confini per vivere una vita nuova o Valerio Daniel De Simoni, che partito e mai tornato da un viaggio altrettanto epico, ha cambiato e continua a incidere sulla storia di molti.  

Leggetene le sinossi, sceglietene una e pensate a come vorreste raccontarla.

Scriveteci (in 2000 battute max.) come la tradurreste in audio: unico limite, qualsiasi sia la vostra lingua madre, il Premio LUCIA è per produzioni in italiano

​Chi può partecipare?

Premio LUCIA è aperto a giovani producer ma anche a professionisti consolidati.
Potete partecipare da soli o con un gruppo di produzione, collettivi e compagnie teatrali.
L’importante è che abbiate familiarità con la produzione audio!

​​Cosa ci aspettiamo?

Un progetto di produzione per la realizzazione di un nuovo lavoro di max. 30 minuti in lingua italiana.

Cerchiamo proposte capaci di valorizzare le storie raccontate dai diari e allo stesso tempo di sfruttare tutte le possibilità della narrazione audio. Cerchiamo produzioni originali di qualità da un punto di vista narrativo e sonoro. Sperimentate, date spazio alla vostra immaginazione!

Cosa vi aspetta?

Lucia riconosce due premi di produzione di € 2500,00 e € 1000,00 oltre alla distribuzione e promozione della serie su radiopapesse.org e sulla piattaforma di digital storytelling dell’Archivio dei diari. la serie sarà inoltre presentata al Premio Pieve 2023 e Radio Papesse s’impegna a sostenerne la circuitazione nazionale e internazionale. 

Come partecipare

Per partecipare al Premio LUCIA occorre:

  1. compilare il modulo d’iscrizione [dove vi sarà chiesto di caricare un portfolio e la ricevuta di pagamento della quota d’iscrizione di € 10,00]
  2. una volta compilato il modulo d’iscrizione, riceverete un link dal quale accedere agli estratti dei diari, così da potervi fare un’idea più precisa]
  3. inviare la vostra proposta di produzione a premiolucia@radiopapesse.org entro e non oltre le 23.00 del 25 novembre 2022.

Vi invitiamo a compilare il modulo di iscrizione al più presto, per avere il tempo necessario di leggere il diario, fare ricerca e formulare la propria proposta entro i termini di scadenza del bando.

Per ogni ulteriore dubbio o domanda, scrivete a premiolucia[at]radiopapesse.org

Annuncio del progetto vincitore

La shortlist dei progetti finalisti sarà annunciata entro lunedì 5 dicembre 2022

I due progetti vincitori della terza edizione del Premio LUCIA saranno annunciati durante LUCIA Festival 2021, domenica 11 dicembre 2022.

Le motivazioni della giuria saranno pubblicate sul sito luciafestival.org. 

I Diari

  • Thierno Sadou Sow – La forza dei sogni 

    Thierno Sadou Sow La forza dei sogni “È già mezzanotte, ho sonno ma non riesco a dormire c’è una bellissima canzone di rock degli anni 80 in corso e ho gli occhi bagnati di lacrime, pensavo ai paesi che ho attraversato, quanta gente ho conosciuto ormai sembrano che non sono mai esistiti, mi ricordo quando […]

    Leggi

  • Seydi Rodriguez Gutierrez – Non ti avrei conosciuto

    Seydi Rodriguez Gutierrez Non ti avrei conosciuto Le memorie di Seydi Rodriguez Gutierrez risalgono fino ai suoi primi passi di danza… quelli che ha studiato fin da bambina, su un’isola dei Caraibi, tra tutù e dura disciplina. A diciassette anni Seydi sogna di lasciare Cuba, e sa bene che se partire è difficile, tornarvi sarà […]

    Leggi

  • Valerio Daniel De Simoni – Diario di Viaggio 

    Valerio Daniel De Simoni Diario di Viaggio “Siamo così vicini, eppure così lontani. Abbiamo fatto così tanta strada, eppure non siamo neppure partiti. Siamo in tre, ma viaggiamo come uno solo. Siamo giovani, eppure io mi sento vecchio. Mi chiamo Valerio De Simoni, ma chi sono io? Io sono un essere umano, ma cosa siamo […]

    Leggi

  • Giuseppe Salvemini – Con il fuoco nel sangue

    Giuseppe Salvemini Con il fuoco nel sangue “Il medico […] continuava a tagliare ed a gettare davanti a sé, in un mucchio, braccia, gambe, mani, pezzi di carne e ritagli di pelle sanguinanti. Poi i due aiutanti indoravano con la tintura di iodio la parte amputata e la impacchettavano di cotone, fasciandola strettamente con la […]

    Leggi

  • Tania Ferrucci – Nei miei okki. Storia di una donna nata bambino

    Tania Ferrucci Nei miei okki. Storia di una donna nata bambino “Una voce alta, caparbia, franca che chiede di essere ascoltata”. “La narrazione di Tania aiuta a leggere gli episodi sempre più numerosi di insofferenza anagrafica delle ragazze e dei ragazzi in transito. Che sentono la loro vera identità doppiamente tradita. Dai documenti e dai […]

    Leggi

La GIURIA è composta da

  • ADN – Natalia Cangi, Tiziano Bonini
  • Todo Modo Libreria – Maddalena Fossombroni e Pietro Torrigiani
  • Carolina Valencia Caicedo
  • Radio Papesse – Ilaria Gadenz e Carola Haupt

Tiziano Bonini (PhD in Media, Comunicazione e Sfera pubblica nel 2008, Università di Siena) è professore associato in Sociologia dei processi culturali e comunicativi presso il Dipartimento di Scienze Sociali, Politiche e Cognitive dell’Università di Siena. Si occupa di radio, social media, cultura digitale ed economia politica delle piattaforme digitali. 

Ha pubblicato libri sulla radio (tra cui Radio Audiences and Participation in the Age of Network Society, Routledge, 2015) e su media e globalizzazione (Così lontano, così vicino. Tattiche mediali per abitare lo spazio, Ombre Corte, 2010). 

Ha iniziato a fare radio da studente all’Università di Siena. Tra il 2004 e il 2019 ha lavorato per Radio Svizzera Italiana, Radio2 Rai, Radio24, Radio3 Rai.

Carolina Valencia Caicedo è una podcast producer colombiana. Dopo otto anni in Italia, oggi vive a Boston. Ha studiato Filosofia all’Universidad del Valle (Cali, Colombia), ha conseguito un master in Storia e Critica dell’Arte presso l’Università Statale di Milano e uno in Audio Storytelling presso la 24 Ore Business School. Dal 2015 si occupa di scrittura e produzione di documentari sonori e audiovisivi in Colombia e in Italia. Nel 2021 ha presentato la serie Catarsis, un proceso consentido, trasmesso sulla piattaforma podcast di Caracol Radio. Catarsis è stato supportato dal Ministero Colombiano della Cultura ed è stato tra i finalisti dell’Hearsay Audio Festival. Nel 2020 ha co-fondato la casa di produzione Botafuego Audio, un laboratorio di narrazione sonora che produce e promuove lavori radiofonici e podcast, in spagnolo e italiano, oltre a progetti educativi e laboratori di audio storytelling.

Maddalena Fossombroni e Pietro Torrigiani sono co-fondatori della libreria Todo Modo e ideatori di Testo, fiera indipendente dell’editoria promossa da Pitti Immagine.

Chi siamo

Radio Papesse è una webradio e un archivio audio online dedicato all’arte contemporanea. Produce e distribuisce documentari e interviste; collabora con musei e istituzioni culturali per parlare del fare arte oggi. Ospita e commissiona opere sonore e radiofoniche sperimentali, invitando artisti e producer a rinnovare le regole della narrazione audio.

Dal 2019 organizza il Lucia Festival – dedicato all’ascolto condiviso di opere radiofoniche e podcast – e promuove il Premio LUCIA per la produzione audio e YASS! un programma di formazione e mentorship per audio maker. Tra il 2018 e il 2020 è stata ricercatrice associata di Pratiques d’Hospitalité – Platform for critical research and political imagination all’ESAD Grenoble • Valence; è membro del comitato scientifico del Centro Interdipartimentale di Ricerca sulla Radiofonia dell’Università di San Marino.
Fondata nel 2006 all’interno del Palazzo delle Papesse [Siena], dal 2011 Radio Papesse è ospite di Villa Romana, Firenze. È curata da Ilaria Gadenz e Carola Haupt.

La Fondazione Archivio Diaristico Nazionale (ADN) nasce nel 1984 dalla volontà del fondatore – Saverio Tutino – di costruire un luogo della memoria, dove raccogliere e conservare testimonianze private (diari, memorie, autobiografie, epistolari) che, messe l’una di fianco all’altra, potessero progressivamente narrare la storia d’Italia, così come le sue evoluzioni sociali e culturali. Fin dai primi anni di attività di ADN, Saverio Tutino ha preferito sostituire l’appellativo di “banca della memoria” con il più efficace “vivaio di memoria”: le finalità istituzionali di ADN non si fermano infatti alla raccolta e alla conservazione ma si spingono nei campi della diffusione, della promozione e della valorizzazione del patrimonio custodito. Gli scritti conservati da ADN sono ormai più di 9000 e costituiscono una risorsa inimmaginabile di diari, memorie, epistolari e lettere che hanno rappresentato e rappresentano tuttora, non la storia minore del nostro Paese ma la Storia di uomini e donne partecipi dei molteplici cambiamenti storico-socio-culturali ed anche linguistici della società italiana ed europea.

Premio Lucia è promosso grazie al supporto di Regione Toscana Toscanaincontempornaea 2022, Comune di Firenze, Città Metropolitana di Firenze, Fondazione CR Firenze, Unicoop Firenze.