A walk through my Cũcũ's farm

Nyokabi Kariũki

Orto botanico - Serre fredde

dalle 13.30 alle 15.30

anno: 2021

durata: 3'42"

lingua: Kiswahili, Kikuyu

sottotitoli: italiano, inglese

Lo scorso Natale Nyokabi Kariuki è tornata in Kenya, a Githũnguri, a trovare sua nonna - Cũcũ nella lingua kikuyu. Una visita particolarmente significativa se si pensa all’impatto della pandemia sulle nostre vite e alla fragilità di molte persone ad essa esposte. 


Camminando intorno alla fattoria di sua nonna, Nyokabi si è trovata a prestare più attenzione: alla terra, al suono delle sue lingue - il kiswahili e il Kikuyu - ai fiori, ai frutti, alle foglie, agli uccelli, alle mucche. 


“Sembrava che lo spazio tra ogni albero di avocado, la quiete tra le nostre conversazioni, i suoni della natura, mi stessero insegnando a godermi questi piccoli momenti con la famiglia”. 


In questo pezzo, le melodie musicali imitano i suoni della natura, le registrazioni ambientali si intrecciano l'una con l'altra e con una poesia che Nyokabi ha scritto in kiswahili: “I am learning, slowly”.

MeteorBodies_Image_Landsape.jpeg

Lavoro vincitore dell'Hearsay 'Art' Award all'Hearsay International Audio Festival 2021

Nyokabi Kariũki è una compositrice keniota che vive tra il Kenya e gli Stati Uniti. Il suo suono è in continua evoluzione e spazia dalla musica classica contemporanea/sperimentale al cinema, dalla sound art alle tradizioni musicali dell'Africa orientale. Si esibisce come pianista, cantante e con repertori dedicati a strumenti del continente africano - in particolare la mbira e il djembe.

Nel 2021, all’Hearsay International Audio Festival, ha ricevuto l’Hearsay 'Art' Award; in passato ha ricevuto commissioni dal Brooklyn Youth Chorus Men's Ensemble, ha composto per Chromic, Third Coast Percussion, e altri. Nyokabi continua a esplorare il suono come strumento per riscoprire le storie della sua cultura e contribuire alla conservazione delle storie africane.