12.35

lingua: tedesco

anno: 2019

durata: 4'53"

on air: audio in tedesco video sottotitoli: italiano

pdf trascrizione: italiano

LUCIA alla radio

Das Lied der Salatschleuder

di Johanna Fricke

Das Lied der Salatschleuder è il primo capitolo di un album sonoro per Frederik, il nipotino ipovedente di Johanna Fricke. Un album fotografico che restituisce un’infanzia vivace e rumorosa, un mondo di suoni che il piccolo Frederik costruisce e condivide con chiunque abbia voglia di ascoltare e giocare

con lui. Che si tratti di suonare un frullatore o una centrifuga per insalata poco importa.

Das Lied der Salatschleuder è un delicato inno all’udibile, vincitore del Create Gold Award al HearSay International Audioarts Festival e il Ganbéarla Award nell'aprile 2019.

Johanna Fricke è una documentarista audio, studiosa di storia orale e antropologa sociale. Vive a Lipsia e lavora per la radio pubblica tedesca come autrice e produttrice freelance.

 

12.40 

lingua: russo

anno: 2020

durata: 14'40"

on air: audio in russo

video sottotitoli: italiano

pdf transcript: italiano

LUCIA alla radio

Bots and Spammers dating club

di Vladimir Kryuchev

Un incontro fortuito in piscina, l’inizio di una storia d’amore.

I protagonisti sono come noi, ma diversi, sono bot e spammer.

Il loro mondo è popolato di silenzi morti tra le parole.

Nel nostro mondo, le loro fastidiose chiamate sono diventate parte della vita di molte persone, spaventano, è vero che possono rubarti l’identità? Ma chi sono? Sono soli?

Usando diverse tecniche di montaggio ed editing, Vladimir Kryuchev dà loro una nuova vita oltre quella dei centralini

 
 

13.30

on air: musica per stare bene durante l'ora del pranzo!

LUCIA ai piatti

DJset da tavola: Metti una cumbia a pranzo

con G-Amp

14.30 

lingua: inglese

anno: 2020

durata: 8'11"

on air: audio in inglese video sottotitoli: inglese

versione interattiva in inglese

LUCIA alla radio

Accumulation over time

di Adriene Lilly

In Accumulation Over Time, Adriene Lilly parla di come l'accumulo di cose - libri, bottiglie o quant'altro - sia opprimente su diverse scale: per l'ambiente, per la propria casa, per il proprio corpo. Questo lavoro audio è stato dunque pensato come un’esperienza claustrofobica ma permette anche di essere ascoltato in frammenti, come fossero ritrovamenti tra le rovine di un antico edificio abbandonato. 

Accumulation Over Time è stato prodotto da Adriene Lily con l'aiuto di Tiana Tucker, Olivia Bradley-Skill, Michelle Macklem e Tiana Tucker, che ha prestato la sua voce. Prende ispirazione da The Body in Pain di Elaine Scarry e Hyperobjects: Philosophy and Ecology After the End of the World di Timothy Morton.

14.45

on air: inglese

DIETRO LE QUINTE di...

Pure

TALK con Żenia Klimakin & Wojciech Oleksiak

15.00

lingua: russo

anno: 2020

durata: 28'35"

LUCIA alla radio

Pure

di Żenia Klimakin & Wojciech Oleksiak

on air: audio in russo

video sottotitoli: italiano

pdf transcript: italiano

Chernobyl ha gettato un'ombra lunga sull'infanzia di Żenia e Wojciech. Secondo quanto riferito, è stata la causa di tutte le loro malattie croniche. Due anni fa ci sono andati, volevano entrare nella pancia della bestia, volevano capire, ascoltare, vedere coi propri occhi cosa rimane dopo la catastrofe.

Sono tornati a casa con una storia che va al di là delle nostre aspettative, una storia d’amore e nostalgia. Cosa è casa? Dove è casa?

L’anziano Evgeny Fyodorovich Markevich, maestro e tecnico dosimetrista, racconta loro qualcosa di molto più forte e profondo del più grande incidente nucleare della storia dell'umanità.

Con i tempi incerti che ci attendono tutti, la sua storia ricorda che c’è vita dopo la catastrofe. 


Pure è un episodio di Stories From The Eastern West, un podcast prodotto da Culture.pl, la piattaforma digital dell'Adam Mickiewicz Institute, istituto nazionale polacco per la promozione e lo scambio culturale.

 
 

15.20

anno: 2019

durata: 37'28"

LUCIA alla radio

Strange Strangers

di Pablo Sanz

on air: introduzione in inglese da parte dell'artista

Composto a partire da registrazioni ambientali fatte nei territori di Amanã e Mamirauá, nell'Amazônia centrale, Strange Strangers si sviluppa attraverso prospettive di ascolto insolite - sopra e sott'acqua o sulle frequenze degli ultrasuoni - invitandoci ad ascoltare (da dentro) un mondo unico di vitalità e di alterità non umana. L'ascolto permette incontri profondi con altri esseri (forme di vita, elementi abiotici, suoni...) e con il nostro stesso essere, nella sua alterità. 

“La prima sequenza di Strange Strangers è un invito a mettere in pratica l'approccio ecologico radicale sviluppato dalla filosofa Vinciane Despret: a relazionarci con altre specie animali, come individui in relazione ad altri individui, di percepirli non solo come rappresentanti della loro vasta famiglia, ma nella loro singolarità, come soggetti" (Juliette Volcler - Phonurgia Nova). 

*Strange strangers è un concetto che Timothy Morton ha coniato per parlare di creature non umane, concepite come entità ambigue che non possono essere completamente comprese ed etichettate. Questa idea ci spinge a esaminare i paradossi dell'identità binaria tra umano e non umano, tra il sé e l’altro e riconosce loro un agentività che esula dalla comprensione puramente antropocentrica del mondo.

 

Pablo Sanz è un artista, compositore e ricercatore. Il suo corpus di lavori comprende progetti di arte pubblica e site-specific, installazioni immersive, performance live multicanale, mostre, album, lavori audio per la radio e per l'ascolto in cuffia. La sua pratica è un'indagine aperta sull'ascolto, con un focus sui limiti e le soglie della percezione e dell'attenzione.

 
 

16.15

lingua: francese, kinyarwanda

anno: 2020

durata: 51'32"

LUCIA alla radio

Innocent

di Amelia Umuhire

on air: audio in francese, kinyarwanda

video sottotitoli: italiano

pdf transcript: italiano

Amelia Umuhire racconta di Innocent Seminega, suo padre. Dapprima giovane studente, poi insegnante, marito e padre e infine vittima degli estremisti Hutu in Ruanda.
 

Sulle tracce della propria storia familiare, Amelia ripercorre la vita di Innocent, gli studi in Belgio, l’amore per quella che sarebbe diventata sua moglie, le ansie da genitore e la violenza quotidiana della guerra civile ma anche le passioni e le speranze di un giovane uomo.

La storia di Innocent diventa quella di Amelia, di un’infanzia in movimento fra Paesi diversi e ne emerge un ritratto intimo che resiste al canone narrativo che l’Occidente bianco impone alla recente storia ruandese. 

Co-prodotto da Radio Papesse e Pratiques d'Hospitalité (ESAD Grenoble) nel quadro dell'Unità di Ricerca Hospitalité artistique et activisme visuel pour une Europe diasporique et post-occidentale.

 

17.30

lingua: Inglese

anno: 2020

durata: 20'47"

LUCIA alla radio

Goodbye to all this - A Shadow

di Sophie Townsend

on air: audio in inglese

video sottotitoli: italiano

pdf transcript: italiano

Sydney, Australia: Sophie e Russell non si aspettavano succedesse qualcosa di brutto, non a loro. Ma poi Russell fa delle analisi del sangue, delle tac e iniziano a preoccuparsi. A metà del 2011 a Russell viene diagnosticato un cancro ai polmoni, lei si prende cura di lui, con il sostegno della famiglia e degli amici. Fino in fondo, fino alla morte, a febbraio dell'anno successivo. Da allora, ha cresciuto due figlie da sola, affrontando nuove sfide, commettendo molti errori e trovando un nuovo posto nel mondo. Questa è una storia di vita, di amore e di perdita. Il diario di Sophie Townsend.

 

Goodbye to All This – A Shadow è una produzione di Falling Tree per la BBC World Service.

LUCIA | la radio al cinema

 

Un progetto di Radio Papesse

studio: c/o Villa Romana

Via Senese 68

50124 Firenze

lucia@radiopapesse.org

LUCIA © 2019 Radio Papesse CF 90024330517

SOSTIENI 

 

Ti piace LUCIA e vuoi sostenere il festival?

Puoi farlo con una donazione o diventando socio di Radio Papesse!

SCOPRI COME

VOLONTARI e STAGE

Vuoi darci una mano? scrivici!

RESTA AGGIORNATO

Iscriviti alla NEWSLETTER di Radio Papesse

  • LUCIA's Facebook
  • LUCIA's Instagram